Stai visitando il sito con un browser web obsoleto.

Il sito web europromos.it è compatibile con le ultime versioni dei browser web Chrome, Firefox, Safari e Edge. Per scaricare l'utima versione di Microsoft Edge clicca qui.
Home - Euro&Promos tra le prime 40 aziende con le migliori performance

Euro&Promos tra le prime 40 aziende con le migliori performance

Nel Top 500, un dossier sulle prime 500 aziende del Friuli Venezia Giulia, con analisi, dati, commenti e storie aziendali, EURO&PROMOS FM SPA per l’anno 2018 si trova a posizione 35 tra le prime 500 aziende regionali.

Rispetto all’anno 2017, infatti, un dato rilevante da evidenziare si ritrova nell’EBITDA, da 8,3%  si è passati a 9,4%, aumentato di oltre un punto percentuale.

Infatti, nonostante l’alta competitività del settore, nel concreto il trend Euro&Promos nell’ultimo anno è riassunto nell’aggiudicazione di gare pubbliche e tender privati per oltre 25 milioni di Euro annui. Euro&Promos si riconferma così tra le principali aziende del territorio e tra i primi 5 player del settore in Italia. E non si ferma. Il Gruppo mira ad obiettivi importanti: raggiungere i 200 milioni nel prossimo triennio, occupando oltre 7000 persone su tutto il territorio italiano.

Autorevolezza, solidità, fiducia del mercato e dei suoi stakeholders che trovano le basi anche sulla riconferma del Rating di legalità massimo, le tre stellette, conferito ad Euro&Promos dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato nell’anno 2019.

Rispetto all’obiettivo del 200 milioni di fatturato il CEO, Dott. Tavano Colussi spiega: “Il Gruppo si è posto con forza e determinazione questi obiettivi ambiziosi, ma con una certezza: siamo oramai consapevoli che solo con questo atteggiamento proattivo è possibile raccogliere le sfide del futuro, verso un modello di sviluppo pur sempre equo, un elemento premiante rispetto ai competitors”.

Non verranno dimenticati gli investimenti, fondamentali per tenere il passo con il mercato in continua evoluzione. Pertanto, rispetto al prossimo futuro, non troppo lontano, in particolare per lo sviluppo della Private Division, sono previsti importanti investimenti tecnologici per ottimizzare i processi e le attività, da quelle di funzione a quelle di business, al fine di essere ancora più efficienti e proporre, assieme agli attuali servizi, degli elementi distintivi, dei plus.

I sistemi di controllo e di supervisione su cui dovremo andare a investire permetteranno l’ottimizzazione di costi, il mantenimento di standard qualitativi e di sicurezza, e l’aumento di un approccio cliente-centrico” conclude l’Amministratore Delegato.

 

Qui tutto l’inserto TOP 500 – NORD ECONOMIA – MESSAGGERO VENETO